La Canapa una filiera agricola che può dare sostegno ai redditi del settore agricolo

Una svolta storica nel settore della coltivazione della canapa. L’Onu infatti, poche settimane fa, ha ricollocato la cannabis all’interno delle quattro tabelle che dal 1961 classificano piante e derivati psicoattivi a seconda della loro pericolosità. La canapa per uso terapeutico dunque (la cannabis) è stata rimossa dalla tabella IV, quella contenente le sostanze più ad alto rischio e più dannose per la salute, e in tal modo ne vengono riconosciute le proprietà medicinali. Si tratta di una decisione storica, che toglie gli ostacoli del controllo internazionale alla produzione di cannabis per fini medico-scientifici.

E’ stato costituito ufficialmente il tavolo di filiera per la canapa e così ufficialmente la canapa  ( Cannabis sativa L.) torna ad essere una filiera agricola, questa decisione fa seguito a quella del 19 novembre scorso, quando la Corte Europea di giustizia ha chiarito che il Cbd, uno dei principi attivi della cannabis, non è da considerarsi come stupefacente ma destinato alle cure sanitarie (fonte stampa agricola)

Per valutare appieno le ricadute economiche sul settore primario occorrerà attendere ancora un po’ considerando che dietro la coltivazione della canapa ad uso tecnico industriale spesso si cela l’importazione e la produzione di fiori di canapa con THC per uso umano che spesso non rispettano i limiti e vincoli imposti dalla normativa europea .

Dalle coltivazioni della Canapa ( disciplinato dalla legge 242 del 2016) è possibile ottenere diversi prodotti  tra cui alimenti e cosmetici , fibra oli , carburanti  , concimi, piante ornamentali , florovivaismo  e  materiali da costruzione

Oggi è libera in Italia anche la vendita di prodotti  a base di infiorescenze di canapa a basso contenuto di THC per l’uso ricreativo e di articoli da collezione . Il limite di THC nei prodotti di cannabis legale non deve superare lo 0,2% con una tolleranza per gli agricoltori dello 0,6 ( considerando avverse condizioni di coltivazione ).

Esistono già in Lombardia numerose iniziative di coltivazione della Canapa industriale e in particolare nel settore florovivaistico , di ricerca e didattico .

Naturalmente potrete chiedermi gli approfondimenti normativi e tecnici

Facilitare gli affari agricoli

Agency  Agribusiness Development

SONY DSC

    

      Servizi per lo sviluppo degli Affari Agricoli

  • Strategie di Valorizzazione e Gestione del patrimonio rurale privato/pubblico
  • Progettazione di Aziende Agricole, Agrituristiche e del Verde
  • Consulenza accesso finanziamenti del Piano Sviluppo Rurale, Business plan Mutui
  • Assistenza tecnico legale Contratti, Affitti e Compravendite di Fondi rustici, Mediazioni
  • Facilitazione controversie con la P.A.:  Catasto, Estimo rurale,  Consorzi di Bonifica, Concessioni demaniali , Società e Fiscalità agraria  , Successioni
  • Percorsi formativi per diventare Imprenditori Agricoli professionali, Imprenditori  Agrituristici e Coltivatori Diretti
  • Preparazione esami Patentini Venatori, Pescatori e Raccolta funghi tartufi

Consultazione pubblica online “Una strategia per la PAC regionale 2021-2027” un’occasione per dire la nostra sullo sviluppo dell’Agricoltura Lombarda

E’ stata avviata la Consultazione pubblica online “Una strategia per la PAC regionale 2021-2027”, aperta dal 1 al 31 marzo alle rappresentanze del partenariato generale dell’agricoltura e dello sviluppo rurale.
La partecipazione offre l’opportunità di contribuire al confronto sulle scelte strategiche in tema di Politica Agricola Comune 2021-27 con idee, proposte e osservazioni.

I risultati della Consultazione verranno utilizzati nell’ambito dei tavoli tematici e nei momenti di approfondimento per effettuare una selezione condivisa delle priorità strategiche di Regione Lombardia per la prossima programmazione.
Tali priorità verranno presentate entro fine anno agli Stati generali dell’agricoltura lombarda, iniziativa rivolta a tutti gli attori del sistema agricolo e dello sviluppo rurale.

Agricoltura, on line la consultazione pubblica sulle linee strategiche di Regione al 2027

openinnovation=regione.lombardia.it@vclass.musvc.com

Metamorfosi di una azienda agricola : dalla agricoltura 2.0 alla agricoltura SMART cambiare per adeguarsi al mercato

Forum Agroalimentare  : La metamorfosi dell’agricoltura SMART

Gli scenari nuovi dell’agricoltura impongono agli imprenditori di acquisire un metodo imprenditoriale nuovo  che a partire da una lettura più consapevole del mercato  colga  i nuovi bisogni e tendenze del dei consumatori  i nuovi stili di vita di benessere di biologico attraverso la  la specializzazione della produzione attraverso l’ innovazione di prodotto .

Le parole chiave per innovazione rivolta alla evoluzione Smart sono le tre A  Agricoltura Ambiente e Agroalimentare  :

  • Sicurezza dell’uomo e responsabilità sulla sostenibilità  ambientale e sociale 
  • innovazione di processo e prodotto ,il biologico e salutistico in risposta al singolo bisogno differenziato 
  • leggere e misurare  la realtà di mercato a partire dai nuovi bisogni dell’utente più consapevole  dei consumi intelligenti e attenti alla salute e al benessere e all’equità sociale, polarizzazione dei consumi e alla rivoluzione digitale 
  • interpretare  i gusti del consumatore e del suo senso della vita che a partire da un desiderio produce , fa conoscere ,accompagna la crescita e poi lascia al sociale
  • agricoltura di precisione, Agricoltura blu  tecniche mirate  a rispetto dell’ambiente e al risparmio delle risorse
  • sviluppo della filiera per territorio e di prodotto
  • cambio generazionale e formazione per puntare sugli uomini e sulle loro competenze
  • Multifunzionalità turismo energia nutroceutica, principi attivi vegetali  etc
  • marketing che  migliori la relazione e l’empatia con il consumatore nel prodotto
  • comunicazione e imballaggi raccontare storie di passione e speranza di evoluzione del patto  fra  agricoltore e consumatore , dell’italianità e del locale ( dop igt dop), della sicurezza alimentare , della trasparenza e onestà ,  della provenienza certificata delle materie prime.

Comunicazione_It_29_11_2017

La vendita diretta a Km 0 : nel territorio Metropolitano i Passoni hanno realizzato il sogno della multifunzionalità

La famiglia Passoni conduce l’Azienda Misericordia a Bellinzago Lombardo da tre  generazioni .

 

 

L’Azienda fa parte delle proprietà cosiddette Tesoro dei Poveri  di Proprietà degli ex Luoghi pii elemosinieri a cui con  proverbiale generosità dei milanesi è stata donata già dal 1421 . Nel tempo l’azienda ha raggiunto l’estensione di 125 Ha per arrivare ad oggi  a 70 Ha ed è rimasta la tradizionale vocazione zootecnica foraggiera.

 

La famiglia Passoni conduce in affitto da tre generazioni questo podere e radici padane che si respirano attraversando il cortile non possono lasciare indifferente il visitatore anche occasionale e inesperto.

Un polo rurale quello della C.na Misericordia nel Comune di Bellinzago che ha dovuto  confrontarsi con lo sviluppo tumultuoso urbanistico  avvenuto negli ultimi cinquanta anni nell’area milanese e oggi è un meraviglioso  esempio di un’azienda agricola multifunzionale 2.0

 

Antonio Passoni  negli ultimi vent’anni è stato il vero innovatore  dell’attività agricola alla tradizionale stalla di vacche da latte di razza Frisona e Jersey ha integrato l’allevamento dei suini da ingrasso  e la trasformazione e la vendita diretta dei prodotti trasformati in azienda  .

Oggi  l’azienda alimenta cinque punti vendita automatici di latte fresco e di yogurt nonché consegna giornalmente ad alcuni negozi e gelaterie .

Produce e vende direttamente anche con la consegna a domicilio , effettuata con propri mezzi ,  carne fresca bovina ,  salumi e porchette già cotte  .

Tutti prodotti trasformati utilizzando solo materie prime aziendali e garantite sotto il profilo della salubrità e del rispetto dell’ambiente e del benessere degli animali .

Girando fra le vecchi stalle della Cascina balza evidente l’attenzione al benessere degli animali e  al rispetto dei tempi naturali .

Ingenti  investimenti sia tecnologici che finanziari sono stati profusi dalla famiglia Passoni per la tutela dell’ambiente e del suolo realizzando un impianto di trattamento degli effluenti dall’allevamento per la produzione di  Biogas e di energia  rinnovabile  di circa 100KW.

Insomma la visita a questa splendida realtà comporta tante emozioni ,tanti suggerimenti , tanti profumi tante riflessioni  e fra queste io ve ne  propongo una :

QUI alla C.na Misericordia si VIVE il Sogno  che desidera un giorno ambiente e sviluppo non debbano avere uno sviluppo a somma zero ma creare forze sinergiche finalizzate alla creazione di reddito e benessere Vero

 

L’avanotteria Regionale nel Parco del Ticino : un’eccellenza per la produzione di Storioni e Trote

Nell’Incubatoio di Ittiofauna di Abbiategrasso  si produce il  novellame di diverse specie ittiche per il ripopolamento dei corsi d’acqua fluviali della Lombardia .

 

 

Inserito nella cornice del Parco del Ticino utilizza alcune aree  e fabbricati in parte messi a disposizione nell’ambito dell’Agriturismo i Leprotti con la passione del fondatore Marco Menghini

 

il servizio di produzione di fauna ittica e attività connesse per Regione Lombardia consistente nella riproduzione, svezzamento ed allevamento di specie ittiche autoctone da destinare al ripopolamento nei corsi d’acqua fluviali e in attività di ricerca. L’incubatoio funziona anche come centro di recupero faunistico di alcune delle specie ittiche tutelate di interesse comunitario, quali Storione cobice, Trota marmorata, Pigo, Savetta e Barbo.

 

 

 

l’avanotteria produce :
Trota marmorata Salmo trutta marmoratus 50.000 2 – 4
Trota marmorata Salmo trutta marmoratus 10.000 5 – 8
Trota marmorata Salmo trutta marmoratus 3.000 12 – 15
Trota marmorata Salmo trutta marmoratus 500 35 – 40
Storione cobice Acipenser naccarii 20.000 2 – 4
Storione cobice Acipenser naccarii 2.000 8 – 12
Storione cobice Acipenser naccarii 500 50 – 60
Pigo Rutilus pigo 40.000 6 – 8
Savetta Chondrostoma soetta 40.000 6 – 8
Barbo Barbus barbus 20.000 7 – 8
Lasca Chondrostoma genei 40.000 6 – 8

La produzione del novellame è svolta in conformità alle specifiche tecniche che seguono

Qui sotto riporto  il processo per la produzione degli avanotti di Trota marmorata:
– Recupero degli adulti presso l’impianto, spremitura e
fecondazione delle uova Dicembre
– Incubazione uova Dic – Gen
– Schiusa delle uova e riassorbimento del sacco vitellino Febbraio
– Svezzamento delle larve con Artemia salina Feb – Mar
– Alimentazione degli avannotti e degli adulti (mangime) Gen – Dic
– Immissione in corpi idrici idonei (2 – 4 cm) Gennaio
– Immissione in corpi idrici idonei (5 – 8 cm) Febbraio
– Immissione in corpi idrici idonei (12 – 15 cm) Mar – Mag
– Immissione in corpi idrici idonei (35 – 40 cm) Set – Ott
– Allevamento e cura degli adulti Gen – Dic

 

Storione Cobice
– Recupero degli adulti presso l’impianto, induzione ormonale,
spremitura e fecondazione delle uova mag – giu
– Incubazione uova Giugno
– Schiusa delle uova e riassorbimento sacco vitellino Giu – Lug
– Alimentazione delle larve con Artemia salina Luglio
– Alimentazione degli avannotti e degli adulti (mangime) Gen – Dic
– Immissione in corpi idrici idonei (2 – 4) Lug – Ago
– Immissione in corpi idrici idonei (8 – 12) Set – Ott
– Immissione in corpi idrici idonei (50 – 60) Nov – Dic
– Allevamento e cura degli adulti Gen – Dic


Pigo
– Recupero in natura degli adulti, spremitura e
fecondazione delle uova Aprile
– Incubazione uova Maggio
– Schiusa delle uova e riassorbimento sacco vitellino Maggio
– Alimentazione delle larve Giu – Ott
– Immissione in corpi idrici idonei Ottobre


Savetta
– Recupero in natura degli adulti, spremitura e
fecondazione delle uova Maggio
– Incubazione uova Giugno
– Schiusa delle uova e riassorbimento sacco vitellino Gugno
– Alimentazione delle larve Giu – Ott
– Immissione in corpi idrici idonei Ottobre


Barbo
– Recupero in natura degli adulti, spremitura e
fecondazione delle uova Maggio
– Incubazione uova Giugno
– Schiusa delle uova e riassorbimento sacco vitellino Giugno
– Alimentazione delle larve con Artemia salina e zooplancton Giu – Ott
– Immissione in corpi idrici idonei Ottobre
Lasca
– Recupero in natura degli adulti, spremitura e
fecondazione delle uova Maggio
– Incubazione uova Giugno
– Schiusa delle uova e riassorbimento sacco vitellino Giugno
– Alimentazione delle larve con Artemia salina e zooplancton Giu – Ott
– Immissione in corpi idrici idonei Ottobre

Le altre le attività che vi si svolgono nel Centro di itticoltura sono :
– cattura con mezzi propri dei riproduttori in natura (pigo, savetta, lasca e barbo) e in impianto (tutte le specie)
– spremitura di riproduttori selvatici (pigo, savetta, lasca e barbo) e/o di riproduttori presenti in impianto (tutte le specie) nati da riproduzioni pregresse
– fecondazione delle uova di tutte le specie
– incubazione delle uova, svezzamento delle larve e alimentazione di tutte le specie
– pulizia e disinfezione delle attrezzature, delle vasche e dei locali dell’impianto
– acquisto del mangime necessario per il mantenimento degli avannotti e degli adulti
– acquisto delle cisti di Artemia salina e – schiusa di Artemia salina
– ripopolamento di tutte le specie nei fiume Ticino

Vale proprio una visita …. se poi si ha la fortuna di una visita guidata dai Tecnici del Centro D. Grossi e Dr Arcadipane l’esperienza sarà indimenticabile .

 

un nuovo progetto :Trasformare una piccola azienda tradizionale in BIOLOGICA E AGRITURISTICA

 

naturalmente è UNA BUONA ABITUDINE  mangiare prima di ogni pasto principale frutta o verdura cruda .

I benefici più evidenti sono quattro:

 Frutta e verdura cruda contengono enzimi digestivi che ti aiutano a scomporre e ad assimilare il cibo che mangerai dopo.

 Frutta e verdura contengono molte fibre che, una volta nello stomaco, si gonfiano, favorendo il senso di sazietà e impedendoti di eccedere con il cibo.

 Le fibre aiutano anche la peristalsi: i detriti e le tossine vengono espulsi più velocemente.

 La frutta e la verdura fornisno all’organismo tutte le vitamine e i minerali di cui necessita.

Se, però, usi  dei cibi –  integratori biologici che agiscono specificamente su alcune zone del tuo corpo,fornirai ai tessuti il giusto apporto di nutrienti di cui hanno bisogno e degli Attivatori biologici per l’assimilazione  di tutto il cibo che mangi.

Se integri la tua dieta con molti prodotti integrali e biologici, il tuo corpo inizierà a tornare in uno stato di equilibrio, riacquistando tutta la sua capacità di rigenerarsi. E questo si tradurrà in una perdita di peso, perché il tuo fisico rilascerà tutte le tossine accumulate nelle cellule (soprattutto in quelle di grasso).

Sono stati effettuati tantissimi studi che hanno dimostrato che le cellule di grasso sono veri e propri magazzini di tossine. In ogni cellula di grasso si trovano più di 100 tossine, inclusi i pesticidi. È davvero un ottimo motivo per mangiare frutta e verdura biologica!

L’organismo accumula le tossine nelle cellule di grasso perché gli organi che dovrebbero purificarlo non funzionano correttamente, a causa delle troppe sostanze tossiche che hai ingerito fino ad oggi.

I prodottii integrali sono fatti quasi tutti con frutta e verdura biologica. of 19

Per cibi integrali intendo frutta e verdura cruda, carne e pesce biologici, frutta secca e semi. I prodotti integrali sono integratori prodotti a partire dai cibi integrali, che vengono disidratati e riproposti sotto forma di compresse o polvere. Gli integratori biologici funzionano come veri e propri cibi. Le vitamine singole, come la vitamina C o la vitamina A, sono vitamine sintetiche che difficilmente il tuo corpo riesce a utilizzare. Sono sintetizzate in laboratorio e separate dalle sostanze di cui il corpo necessita per assorbirle. È solo una parte del tutto, perciò alla fine risulteranno addirittura tossiche per il tuo organismo, se ne prendi troppe. Il tuo corpo non è abituato a cibi sintetici, trattati o del tutto artificiali.

Ecco perché c’è una percentuale così alta di tumori, diabete, malattie cardiache ecc.

Perché non basta mangiare frutta e verdura? Abbiamo completamente distrutto i nostri terreni e li abbiamo privati delle sostanze nutritive necessarie alle piante: perciò frutta e verdura non contengono sufficienti sostanze nutritive. Inoltre, frutta e verdura vengono raccolte prima di essere giunte a maturazione e vengono cosparse di prodotti tossici, prima di essere esportate. Il motivo per cui alcune diete funzionano su certi soggetti e non su altri è che esistono dei fattori (stress, metalli tossici, sostanze chimiche) capaci di provocare gravi disfunzioni fisiche.

Come diventare imprenditori Agrituristici ?

Come procedere per la trasformazione del Podere ?

come diventare Agricoltori Biologici ?

Quali le sementi , i prodotti fitosanitari , i concimi  che possono essere utilizzati ?

Parliamone  e contattami  nella pagina del sito

Recupero edilizio di una corte agricola : L’aia

Questa bella ristrutturazione di una Corte agricola della fine dell’ottocento  mette al centro della casa colonica l’aia.

Una volta destinata all’essicazione dei cereali oggi viene recuperata e valorizzata rivestendola di mattoni  in piano o costa o lastre di pietra  e con cordoli in granito .

L’aia ha visto lo scorrere della vita delle famiglie agricole non solo per l’essicazione del frumento o per la sgranatura del mais anche i momenti di celebrazione e festa

lo spazio esterno è stato diviso da cordoli e vi trovano spazio il prato , l’albero da frutto e macchie di arbusti

la recinzione in mattoni faccia vista con copertina in coppi

Spesso nelle ristrutturazioni per Agriturismo o Residence rurali l’aia è stata ristrutturata inserendo una piscina  e mantenendone la compatibilità architettonica utilizzando per le aree di servizio il mattone in cotto

Razza Varzese Ottonese nel milanese flli Manzoni

Love a first sight.. The Varzese cow is a “old race” with only 200 units in Valpadana. It is impossible to ignore them

 

 

È una razza rustica e longeva, di piccola statura e molto adatta al pascolo anche collinare. Le razze antiche si definivano “a triplice attitudine”: ovvero oltre ad offrire carne e latte, venivano pure utilizzate per il lavoro agricolo (traino e aratura).

L’allevamento è finanziato dal P.S.R. nell’ambito del mantenimento dei bovini in via di estinzione come la razza Valpadana .

Nel milanese sono allevati oltre  200 capi la maggior parte dedicati alla produzione di latte per la caseificazione

Nelle foto sottostanti viene rappresentatA anche un bellissima VARZESE che ha partorito due vitelli gemelli ….

caratteristiche principali : CI SI INNAMORA A PRIMA VISTA ……..